Il diffondersi dell’informazione e la disponibilità di più prodotti rispetto ad un tempo stanno avvicinando le persone al mondo naturale e così questo interesse ha investito anche un settore, quello estetico, oggigiorno molto in voga grazie a questo continuo parlare di benessere. Nel campo cosmetico la ricerca di nuovi elementi naturali da utilizzare per creare nuove formulazioni sia nella composizione sia nell’approccio sta diventando il vero motore di questo tipo di industria.

Nasce quindi l’eco-bio-cosmesi, cosmesi la cui missione è quella di utilizzare quasi esclusivamente sostanze naturali per i propri prodotti. In questo settore, prima che ci fosse questa ricerca del “naturale”, era preponderante l’utilizzo di sostanze derivate dal petrolio o di origine animale. In pratica i prodotti cosmetici naturali da cosa si differenziano da quelli classici? Essi non presentano siliconi, cioè composti a base di silicio e sostanze organiche derivate dal petrolio utilizzate per accelerare l’assorbimento da parte della pelle e renderla setosa al tatto. Essi poi non presentano antiossidanti artificiali come il butilidrossianisolo (BHA) o l’idrossitoluene butilato (BHT), ma antiossidanti naturali come la vitamina C ed E ad esempio. Inoltre i prodotti bio-cosmetici evitano l’utilizzo di conservanti artificiali, si ritrova alcune volte l’acido etilendiamminotetraacetico (EDTA), composto ad alto potere sequestrante che stabilizza il prodotto rendendo necessaria una minore quantità di conservante.

Per pubblicare un commento, devi accedere