Trapianto capelli

La calvizie femminile

Melody Laurino No Comments

La calvizie femminile, di origine androgenetica, è oggi uno degli inestetismi che sempre di più causa disagio e problematici risvolti psicologici anche nelle donne, al punto di risultare ben più perniciosa di quanto non sia tra gli individui di sesso maschile.

Il fenomeno della calvizie femminile interessa ben il trentacinque percento delle donne, comprese nell’intervallo tra il menarca e la menopausa e, tra quelle che ormai non sono più fertili, la percentuale raggiunge addirittura il cinquanta percento: è importante sottolineare come, il fatto, nella maggior parte dei casi non venga trattato secondo precisi e mirati provvedimenti atti a risolvere il problema estetico. Nella donna, inoltre, va sottolineata la particolare evoluzione che la calvizie compie: di per sé, il processo è lento e, nel complesso, non arriva ad essere totalmente evidente quanto nell’uomo, sebbene il diradamento sia molto più ampio.

La ragione di questa calvizie femminile risiede nell’incremento della produzione di ormoni androgeni, motivo che viene individuato nel quaranta percento dei casi: i fenomeni osservati sono la diminuzione del diametro dei capelli, una riduzione della crescita degli stessi e, infine, un aumento nella produzione del sebo. La causa alla base di questi sintomi, in genere, viene riscontrata tra la menopausa, l’ovaio policistico, fattori ereditari. La calvizie interessa, nella sua manifestazione a livello estetico, il vertice e la zona frontale del capo.

Calvizie: il casco per le moto (ed altri mezzi), procura davvero perdita di capelli? Sfatiamo un mito

Melody Laurino No Comments

E’ uno dei dubbi e delle domande che, prima o poi, tutti i giovani si pongono, e pongono agli esperti.
Spesso però, trovando risposte non veritiere, o non trovandone affatto.

E’ il momento dunque, di sfatare un mito.

In molti infatti, sono convinti che, indossando un casco mentre si conduce un veicolo quali moto, muletto ecc; si metta a duro rischio la salute del capello.
Alcuni arrivano addirittura a non indossarlo del tutto per questa paura, esponendosi a rischi ed incidenti ben peggiori.
Gli esperti dichiarano categoricamente che IL CASCO NON COMPORTA LA PERDITA DEI CAPELLI.

Per procurare calvizie, bisognerebbe comprimere la cute per numerosissime ore di seguito, in quanto in questo caso, i capillari del cuoio capelluto andrebbero a restringersi, in ogni caso temporaneamente.
Ma stiamo parlando di un numero davvero corpulento di ore consecutive.

Basti pensare che, i piloti professionisti di ogni genere (F1, MotoGp ecc.), indossando il casco quotidianamente, e per diverse ore di seguito, ma non hanno mai riscontrato un caso di calvizie dovuta al casco.

Dunque possiamo essere tranquilli: il casco non danneggia il capello, ne la cute.
Viceversa, non indossarlo è un gesto imprudente che potrebbe costarci davvero caro.

La calvizie e i giovani

Melody Laurino No Comments

La calvizie è un problema che sta sempre aumentando tra i giovani d’oggi. Non è difficile trovare tanti attori giovani che iniziano a perdere i capelli verso i 25 anni. Se si vedono i vari film poi si nota come i capelli diminuiscono sempre di più. E’ notizia di questi giorni che anche il principe William d’Inghilterra sta iniziando a perdere i capelli specialmente nella zona sopra la nuca. Dalle immagini che si vedono su internet si nota come la chioma inizi a farsi sempre più rada. Cosa fare quando si è giovani e si inizia a perdere i capelli? Bhe c’è poco da fare, non si possono far ricrescere i capelli dal nulla, però si può scegliere di prevenire la caduta attraverso determinate terapie alternative.

Le medicine alternative, se utilizzate con costanza molto prima dell’effettivo problema o della patologia, possono aiutare il corpo a combattere l’avanzamento della malattia, in questo caso della calvizie. Se vengono definite delle terapie naturali che aiutino il capello a fortificarsi, è tutto guadagnato perchè anche se la calvizie arriverà prima o poi, sarà sempre meglio poi che prima. Alla fine però bisognerà scegliere se farsi completamente calvo, farsi i capelli lunghi e poi attuare un riporto, oppure effettuare un trattamento di trapianto capelli.

L’unico vero modo per far ricresce i capelli da zero è sottoporsi ad un trapianto di capelli oppure un autotrapianto capelli. Con le migliorie tecnologiche del giorni d’oggi ormai questo tipo di intervento è molto semplice e poco costoso. Non si deve nenche star li ad aver paura di spazzolare i capelli dopo il trapianto, perchè tutti i capelli trapiantati continuano a crescere e possono essere lavati e spazzolati come prima. Non ti devi più abbattere se perdi i capelli, ora sai che c’è un modo per sconfiggere la calvizie e vivere con il sorriso sulle labbra.

Combatti la calvizie con il trapianto di capelli

Melody Laurino No Comments


La calvizie è un problema che ha interessato sempre l’uomo fin dai tempi antichi. E fin dai tempi remoti si sono utilizzate una quantità enorme di lozioni, creme e misture per rallentare o in alcuni casi curare tale problematica maschile. Purtroppo però ne la medicina antica ne l’alchimia hanno mai fatto miracolo. Con l’avvento degli spot televisivi, di internet e dei quotidiani, è possibile visionare ogni tipo di prodotto che, a dire della pubblicità, elimina la calvizie e fa ricrescere i capelli (dal nulla). E tutto questo con una semplice pillola, o una crema o una dieta ricca di vitamine, fibre e chi più ne ha più ne metta.

L’uomo, anche non essendo stupido, cade in questi tranelli pubblicitari con la semplice speranza che, anche se non funzionano, possono però migliorare di poco la situazione in testa. Tuttavia non è sempre vera questa affermazione, anzi studi clinici hanno dimostrato che queste cure alternative riescono anche a peggiorare la situazione in atto, perchè modificano il ph della pelle della testa. Ma allora cosa fare per combattere questo problema che è pure genetico? Ricorrere alla chirurgia estetica.

Attraverso un intervento mirato di autotrapianto capelli è possibile letteralmente autotrapiantarsi i propri capelli da una zona all’altra della testa. Di norma vengono scegli i capelli della nuca per il trapianto, i quali vengono esportati attraverso dei seplici utensili chirurgici, che tolgono oltre al capello anche il bulbo, mantenendolo in buonissimo stato. Il capello viene poi trapiantato in un’altra zona della testa, e col tempo continuerà a crescere e svilupparsi. Scopri con il nostro portale dedicato, i migliori chirurghi estetici per trapianto capelli nella tua zona e in tutta Italia.