La calvizie è un problema che ha interessato sempre l’uomo fin dai tempi antichi. E fin dai tempi remoti si sono utilizzate una quantità enorme di lozioni, creme e misture per rallentare o in alcuni casi curare tale problematica maschile. Purtroppo però ne la medicina antica ne l’alchimia hanno mai fatto miracolo. Con l’avvento degli spot televisivi, di internet e dei quotidiani, è possibile visionare ogni tipo di prodotto che, a dire della pubblicità, elimina la calvizie e fa ricrescere i capelli (dal nulla). E tutto questo con una semplice pillola, o una crema o una dieta ricca di vitamine, fibre e chi più ne ha più ne metta.

L’uomo, anche non essendo stupido, cade in questi tranelli pubblicitari con la semplice speranza che, anche se non funzionano, possono però migliorare di poco la situazione in testa. Tuttavia non è sempre vera questa affermazione, anzi studi clinici hanno dimostrato che queste cure alternative riescono anche a peggiorare la situazione in atto, perchè modificano il ph della pelle della testa. Ma allora cosa fare per combattere questo problema che è pure genetico? Ricorrere alla chirurgia estetica.

Attraverso un intervento mirato di autotrapianto capelli è possibile letteralmente autotrapiantarsi i propri capelli da una zona all’altra della testa. Di norma vengono scegli i capelli della nuca per il trapianto, i quali vengono esportati attraverso dei seplici utensili chirurgici, che tolgono oltre al capello anche il bulbo, mantenendolo in buonissimo stato. Il capello viene poi trapiantato in un’altra zona della testa, e col tempo continuerà a crescere e svilupparsi. Scopri con il nostro portale dedicato, i migliori chirurghi estetici per trapianto capelli nella tua zona e in tutta Italia.

Per pubblicare un commento, devi accedere